SE IL CENTRODESTRA DIVENTA FOTOCOPIA DELLA SINISTRA, LA GENTE VA AL MARE

Per giorni ho implorato amici e conoscenti di turarsi il naso ed andare a votare a queste amministrative: io sarei andato, ma non posso dare tutti i torti a chi si sia stufato di non sentirsi più rappresentato. Ultimamente, causa pure l’ assenza di una VERA Destra, divisa in mille partitini, il PdL ha fatto a gara per rincorrere la sinistra in tanti, troppi campi. Dalle clamorose iniziative di Galan e Bondi con possibili aperture ai pederasti ed alle lesbiche, alla latitanza assoluta nel voler cancellare completamente l’ IMU, all’ accettazione passiva di ministrelle come la Bonino, la Idem e la Kiengè e relative esternazioni. Passando per la santificazione condivisa di Don Gallo e Franca Rame. Alemanno anche in campagna elettorale ha infine toppato, celebrando l’occupazione di Roma da parte degli alleati ed altre amenità antifasciste. Ben poche (o nulla) sono state dette delle parole di Destra, a difesa degli italiani stremati da questa crisi senza fine. Poco o niente si è detto per portare alla luce lo scandalo Monte de’ Paschi, tant’è che a Siena i trinariciuti sono riusciti a vincere ugualmente. 
La gente è stufa, e non volendo o potendo votare il Compagno Grillo, ha scelto il mare o la montagna. Sbagliando, certo. Ma se il PdL ed alleati non riescono a coglierne i motivi, sarà sempre peggio…

Comments are closed.