IL NUOVO ORDINE MASSONICO: LA DITTATURA DELLE BANCHE

Di Lucio Sanna

LA DITTATURA DELLE BANCHE
Abbiamo un debito pubblico di oltre 2000 miliardi di euro solamente perché lo stato chiede in prestito alla banca centrale “privata” il denaro che invece potrebbe stamparsi da solo. Siamo costretti a pagare 100 miliardi di euro all’anno di interessi su quel debito fraudolento a una cricca di banchieri usurai il cui uomo di facciata si chiama Draghi e sentirsi dire: “Non ci sono più soldi, ci dispiace! Volete continuare ad avere servizi? Dovete pagare più tasse!” E’ veramente una presa per i fondelli e un insulto all’intelligenza del Cittadino contribuente. Ma sopratutto è una truffa contro il Popolo.

Cosa vuol dire “Non ci sono più soldi”? I “soldi” non si cercano sul fondo del mare ma si stampano. Quindi, se mancano, è perché “QUALCUNO” VUOLE CHE MANCHINO !
E lo Stato ? Perché non stampa il denaro in misura proporzionale alla quantità di merci e servizi che circolano? Semplice: perché lo Stato ha ceduto ai banchieri il potere di creare moneta, così quelli sono di fatto padroni degli stati e dei partiti politici e ci stanno pignorando tutto il continente europeo usando l’euro come moneta/debito. L’importante è che il meccanismo/truffa sia silenzioso, oscuro e la gente non se ne accorga.
L’ERRORE PIU’ GRANDE E’ PENSARE CHE LAVORIAMO PER MANTENERE I POLITICI. NO! QUESTA E’ PROPAGANDA VOLUTA DAI MEDIA E DAGLI STESSI BANCHIERI.
Lavoriamo per mantenere l’intero sistema bancario, i politici sono i loro servi e percepiscono le BRICIOLE IN CAMBIO DELLA LORO FEDELTA’, IN CAMBIO DELLA CESSIONE DELLA SOVRANITA’ MONETARIA E IN CAMBIO DELLA SVENDITA DELLE AZIENDE DI STATO E DI TUTTE LE IMPRESE PRIVATE FATTE FALLIRE.

 

Precedente Europa, questa sconosciuta: la Germania se ne infischia di Bruxelles Successivo Prima manifestazione per fermare lo strapotere delle banche