Crea sito

Ebola: Il Vaccino Esiste Già Da 10 Anni, Ma “Poco Conveniente Per Le Case Farmaceutiche”

La fonte è uno dei più autorevoli quotidiani del mondo. Parliamo del New York Times che in un articolo a firma di Denis Grady, fa sapere che il vaccino per l’ebola fu scoperto 10 anni fa in Canada.

Ovviamente, non c’era alcun tipo di emergenza, e non c’era profitto nella vendita dello stesso per le casa farmaceutiche. Le vite umane non contano, non interessano alle gradi multinazionali, assetate di profitto. Leggiamo:

“Un gruppo di scienziati canadesi e americani avrebbe scoperto un vaccino che era al 100% efficace per arginare il virus ebola nelle scimmie,ma da allora non se n’è saputo più nulla e nel frattempo quasi 5.000 persone sono morte in Africa occidentale nell’epidemia in corso.
I risultati della scoperta furono pubblicati per la prima volta dalla prestigiosa rivista Nature, e le autorità sanitarie li definirono “entusiasmanti”. I ricercatori sostenevano che dopo gli opportuni test, il vaccino sarebbe potuto arrivare sul mercato entro il 2010 e il 2011. Perché dunque è finito tutto nel dimenticatoio?

Secondo quanto scrive il New York Times, lo sviluppo del vaccino (avvenuto nei laboratori di un’istituto di Winnipeg, in Canada) è stato bloccato per due motivi: in parte per il fatto che 10 anni fa l’Ebola non era ancora un’epidemia tale da conquistare le pagine di tutti i giornali, con al massimo qualche centinaia di infettati fino a quel momento. Ma il problema principale è stato economico: le grandi compagnie farmaceutiche si sono sempre rifiutate, infatti, di investire somme ingenti su medicine destinate solo a qualche Paese povero e a poche centinaia di pazienti.