Pittibimbo e il nuovo (quando arriverà) inquilino del Quirinale. Leggo dei nomi e mi si gira lo stomaco…

di Gianni Fraschetti –

Una rapida riflessione per quelli che, avendo letto alcuni nomi dei candidati alla successione, tremano per le possibili dimissioni di Napolitano.

PRODI, AMATO, DRAGHI, sono i più gettonati al momento e in effetti c’è solo da rabbrividire. Vorrebbe dire essere consegnati, incaprettati alla moda della mafia, ai delegati dei peggiori poteri internazionali. Se le cose andassero in questo modo, però. Tre nomi pessimi, uno peggiore dell’altro, ma nel loro DNA c’è il motivo per il quale non verranno mai eletti.

Questa è gente che verrebbe per comandare sul serio, non certo per seguire i vaneggiamenti di pittibimbo. Altro che storie, sarebbero peggio di Napolitano che ha inaugurato uno stile presidenziale che diverrebbe norma, tendendo vieppiù a espandersi ulteriormente. Molto peggio della situazione attuale, quindi, e Renzi non lo permetterà mai. Non lo può permettere, consentendo che si creino equilibri pericolosi, nei quali verrebbe inesorabilmente schiacciato da gente che ha molta più dimistichezza di lui con il potere (palese e occulto). Renzi deve comandare in maniera assoluta se vuole costruire il ventennio renzista, e non farà mai passare una personalità forte che distruggerebbe inevitabilmente il suo progetto.

Quindi, quando sarà, proverà a mettere una donna, una mossa alla quale sarà difficile opporsi. Una donna no? E come giustificare una simile posizione nella repubblica delle quote rosa? Una donna dunque. Innocua, ovviamente. Che so, una Pinotti andrebbe bene, per esempio, o anche la stessa Boldrini che proprio ieri si è autocandidata in maniera sfacciata e che, al di là degli urti di nervi che provoca agli italiani, è totalmente inconsistente ed esaurirebbe la sua presidenza nei lussi, negli agi e nei privilegi del Quirinale e in ricorrenti sermoni pro immigrati, politicamente corretti e soprattutto totalmente innocui. Quanto al resto, essendo priva di qualsiasi attività elettrica nel cervello, ci penserebbe pittibimbo a circondarla dei consiglieri presidenziali “giusti”, trasformandola così nel suo burattino. L’esatto contrario della situazione che si creerebbe con uno di quei tre alla presidenza.

Io la vedo così..