Alfano parla e i vigili del fuoco gli girano le spalle

I vigili del fuoco voltano le spalle al ministro Alfano

Discorso di Alfano, 
i vigili del fuoco del Conapo 
voltano le spalle al ministro

«Domani 4 dicembre sarà festa del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Ricorre Santa Barbara protettrice dei vigili del fuoco. Anche ad Arezzo, come in tutti i comandi d’Italia, i  Vigili del Fuoco a dimostrazione dello stato di malessere, volteranno  le spalle nel momento della lettura del consueto messaggio augurale del ministro dell’interno Alfano.

«Domani 4 dicembre sarà festa del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Ricorre Santa Barbara protettrice dei vigili del fuoco. Anche ad Arezzo, come in tutti i comandi d’Italia, i  Vigili del Fuoco a dimostrazione dello stato di malessere, volteranno  le spalle nel momento della lettura del consueto messaggio augurale del ministro dell’interno Alfano.

Ci volteremo di fronte solo se  udiremo impegni concreti per sanare la grave sperequazione retributiva e pensionistica. Siamo stanchi dell’indifferenza dei politici, siamo il Corpo meno retribuito e non abbiamo le tutele previdenziali degli altri Corpi. Con questo gesto abbiamo deciso di ignorare chi ci ignora, di ignorare chi ci usa solo come carne da macello ma non ci riconosce pari dignità lavorativa con gli altri corpi».

E’ lo sfogo di Fabio Cioni, segretario provinciale del Conapo, il sindacato autonomo autore di una serie di proteste negli ultimi mesi
per chiedere «misure legislative per i vigili del fuoco e per la sicurezza».

«A livello nazionale abbiamo portato in parlamento una serie di richieste di emendamenti alla legge di stabilità per sanare le
sperequazioni retributive e pensionistiche con gli altri corpi – spiega Cioni – ma anche per finanziare il riordino delle carriere e le modifiche all’ordinamento necessarie a migliorare l’efficienza e la funzionalità del soccorso. Servono assunzione di ulteriori Vigili del
Fuoco. Per ora registriamo solo l’assordante silenzio del governo, sono troppi anni che i Vigili del Fuoco vengono ignorati, chiediamo una svolta politica».

Nella provincia di Arezzo, i continui tagli alle spese, hanno tolto risorse per riparare i mezzi di soccorso « Andiamo a fare soccorso
con mezzi vecchi 20 anni». Prima di tagliare sul territorio devono tagliare gli sprechi romani, a partire dalla necessità di accorpare i
costosi dipartimenti nel ministro dell’ interno».

«Sappiamo che domani il ministro Alfano sarà in visita al Comando dei Vigili del Fuoco di Roma per la commemorazione di S. Barbara e anche li avverrà il voltaspalle. Ci auguriamo di non dover sentire le solite parole di circostanza, ma anche fatti per risolvere la grave situazione lavorativa dei vigili del fuoco. Alfano se ci sei per i vigili del fuoco batti un colpo, domani è l’occasione per riacquisire la fiducia dei Vigili del Fuoco» ha concluso Cioni.

Fonte
Precedente Niente giochi Olimpici per la Svezia. Meglio aiutare i cittadini Successivo NWO – Siamo vittime di una Tensione Mondiale voluta