Il democratico Erdogan vorrebbe censurare anche la Germania: “basta satira”…

erdogan-triste.jpg

Il presidente turco Erdogan esce dai gangheri per colpa di una trasmissione satirica tedesca e fa convocare l’ambasciatore tedesco Martin Erdmann. L’indignazione in Germania e’ grande, ma il governo di Berlino tace, scrive l’opinionista Oliver Georgi in un contributo sul quotidiano ”Frankfurter Allgemeine Zeitung”.

In un colloquio tenuto martedi’ al ministero degli Esteri turco, Erdmann ha subito una vera e propria lavata di capo: Ankara chiede di cancellare la trasmissione satirica ”extra3” trasmessa dall’emittente tedesca ”Ndr”, rea di aver mandato in onda, il 17 marzo scorso, una canzoncina intitolata ”Erdowie, Erdowo, Erdogan”. Il governo autocratico di Erdogan, scrive Georgi, ”vuole limitare la liberta’ di stampa non solo in Turchia ma anche in Germania e il governo tedesco cosa fa? Tace”.

Il silenzio del Cancellierato e del ministro degli Esteri ”non e’ solo imbarazzante ma anche devastante”. A buona ragione, le voci piu’ critiche verso l’accordo sui profughi con la Turchia vedono i loro timori trasformarsi in realta’: con l’accordo sui profughi stretto in fretta e furia con Ankara, la Germania e l’Unione Europea si sono piegate ai ricatti di un paese dove e’ in corso una grave deriva islamista.

Fonte: Qui

 

 

Fonte