Altra chiesa e altri Cristiani ammazzati ma per Bergoglio va tutto bene. Non è guerra di religione. Sentiti ringraziamenti dalle vittime….

Egitto: attacco ad una Chiesa cristiana coopta, si contano almeno 21 vittime tra i fedeli e 59 feriti

Le fonti riportano di una esplosione avvenuta all’interno di una Chiesa cristiana coopta, la Chiesa di San Jorge, nella località di Tanta, al nord del Cairo, che ha causato al momento almeno 21 vittime ma il bilancio è destinato a salire, ed altri 59 feriti, secondo quanto ha comunicato il governatore di Gharbiya, Ahmed Deif Saqr, al giornale egiziano Al Ahram.

L’esplosione si è verificata all’interno della Chiesa dove i fedeli erano riuniti per festeggiare la Domenica delle Palme, ed in attesa della prossima visita del Papa che si terrà in Egitto il prossimo 28 di Aprile.

I cristiani coopti rappresentano in Egitto circa il 10% della popolazione  (su un totale di circa 85 milioni di abitanti dell’Egitto) e le loro relazioni con la generalità della popolazione mussulmana erano considerate buone fino a quando sono comparsi nel paese i gruppi dei F.lli Mussulmani, di cui era un esponente il presidente deposto Mohamed  Morsi (appoggiato da USA e Gran Bretagna). Sotto la presidenza di Morsi si sono incrementati gli attacchi sanguinosi ai cristiani coopti da parte degli estremisti che sono sobillati e finanziati dall’Arabia Saudita, dal Qatar e dagli stessi servizi di intelligence USA.

La minoranza cristiana aspetta con impazienza la visita del Papa Bergoglio nel paese, con l’occasione  sembra che alcuni esponenti della Chiesa coopta si ripromettono  di  chiedere  chiarimenti e spiegazioni circa le recenti affermazioni fatte dal Papa: “….quella in corso non è una Guerra di Religione e tutte le religioni sono per la pace”.. aveva dichiarato il Papa Bergoglio a bordo dell’aereo che lo aveva portato a Cracovia. Vedi: Papa Francesco nega l’evidenza:” non c’è una guerrra di religione”

I fatti di questi ultimi mesi sembrano smentire la “solenne dichiarazione” del Papa Bergoglio.

Fonte: Al Ahram

Traduzione e sitesi: L.Lago

 

Precedente Non succederà ancora una volta come con Saddam hussein e Gheddafi. Stavolta c’è Putin a guastare la festa agli yenkiee. Successivo L’Esercito siriano apre il fuoco contro un aereo USA di ricognizione. Sempre peggio....