Ora anche Virginia Raggi si sveglia: “Gli immigrati clandestini sono un numero spaventoso”. Alla buonora!!!

Oggi il sindaco di Roma si sveglia “No extra”, secondo le indicazioni del Partito, pardon del Movimento. Domani chissà. E se ne esce con un “Abbiamo un numero di migranti irregolari spaventoso a cui dobbiamo fornire assistenza e utilizzare tutti gli strumenti che la legge ci mette a disposizione per poterli gestire. Sono persone e non numeri, non si può fare quindi solo un discorso di numeri, ma dobbiamo riuscire a gestirli nella legalità e nel miglior modo possibile”.

Non lo ha detto qualche leghista brutto e cattivo, ma proprio lei, lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, a margine della presentazione della Festa della Musica che si terrà nella Capitale il prossimo 21 giugno, tornando sulla polemica sull’accoglienza dei profughi a Roma. Lei che ha tolto ai romani per dare ai rom e che ora vuol togliere agli extracomunitari per dare – chissà – agli extraterrestri? Magari in onore delle 5 stelle?

Ironia a parte, che la politica di Grillo si aggiusti a seconda delle convenienze tattiche del momento non siamo noi a dirlo; il comico Crozza questo modus operandi l’ha messo alla berlina già da tempo. E la stessa sindaca pare infine rendersene conto. “Ci accusano”, ha continuato, “di virare a destra e a sinistra a seconda delle circostanze del momento: l’accoglienza è una cosa seria e deve essere fatta bene per non tornare a replicare modelli che conosciamo molto bene, soprattutto qui a Roma”, ha concluso Raggi. Che ha già archiviato i tweet buonisti. Uno fra tutti, del dicembre scorso, in cui pontificava: “I rifugiati sono nostri fratelli e sorelle. Roma città accogliente farà la sua parte”. Finché Grillo non ci separi.

 

 

fonte