SICILIA, TOH: IL PD AUMENTA LO STIPENDIO AI FORESTALI A POCHI GIORNI DAL VOTO

 
Aumentano lo stipendio ai Forestali siciliani a 5 giorni dalle elezioni. L’ha fatto il PD che (mal)governa l’isola. L’avesse fatto qualcun altro, per esempio il centrodestra, sarebbe partita l’accusa di “voto di scambio”. Sarebbe nato uno scandalo di rilievo nazionale, con eserciti di dotti editorialisti di sinistra indignati per l’ennesimo caso di malapolitica e gestione della cosa pubblica a fini elettoralistici. L’ha fatto il PD e nessuno o quasi si scandalizzata, s’indigna, protesta o mette alla berlina i responsabili politici. La vicenda ha un sapore ancor più renziano se si considera che il firmatario del provvedimento è il renziano Antonello Cracolici, assessore all’Agricoltura. Renziano anche l’importo della mancia elettorale: 80 euro in più al mese, per un costo di 11,5 milioni di euro. Ne beneficeranno i 22.226 operai Forestali dipendenti dalla regione: per fare un raffronto, sono più di quanti ne abbia l’intero Canada e dieci volte quelli operanti in Trentino. L’aumento sarà applicato da gennaio, eppure l’annuncio precede le urne di soli 5 giorni. Certamente una casualità. Il renziano Cracolici fuga ogni dubbio: “Questo negoziato va avanti da sei mesi. Si è chiuso adesso, non è una manovra elettorale”. E quale malfidente avrebbe mai potuto pensarlo?